Biography

Freelance di danza contemporanea formata presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Si dedica alla danza d’autore, alla videodanza e alla condivisione di pratiche corporee. Segue un corso di ginnastica posturale base e diviene trainer di Gyrotonic Exspansion System® nel 2009.
Durante i suoi studi danza i lavori di E. Cosimi, A. Borriello, M. Pogliani, D. Capacci, I. Ivo, C. Anastasio, successivamente di P. Sorressa (compagnia MDC) e M. Vanuzzi (compagnia WCO).
Vive un’esperienza a Berlino affinando lo studio del floorwork con S. Faran, C. Gebber, R. Guion, E. Pulak, M. Geishe e R. M. Hayden.
Partecipa al campus UNI-TANZ Lecce 2014 con i maestri della Folkwang Universität der Künste, studia coreografia con S. Linke e danza le coreografie di M. Airaudo e R. Leoni presso Teatro Paisiello e Cantieri Teatrali koreja di Lecce.
Segue i seminari LIMÓN ITALIA diretti da C. Caponera studiando tecnica e repertorio Humphrey-Limón con N. Watt. Prende parte al workshop di repertorio Sokolow con J. May e danza The unanswered question in occasione di “Anna Sokolow. La Necessità dell’arte” (Festival Aprile in Danza III ed.).
Aderisce al percorso laboratoriale “L’Armonia dello spazio di Laban. Ispirazioni e strumenti di embodiment, improvvisazione e composizione” con L. Delfini.
Selezionata per Le Residenze Creative del progetto Le Relazioni Armoniche – Ferentillo e le Residenze D’Arte 2015 diretto da C. Caponera e crea Fe(²) con il musicista F. Di Maio, coreografia ripresentata all’evento EXPO MILANO 2015. Selezionata anche per CosiDanzi _ Residenza della Giovane Danza d’Autore II ed. diretta da R. Corbel e S. Di Sabatino presentando il progetto CHINA IN NEUTRO (I studio) con la musica originale di D. Balleggi.
Affianca dal 2011 al 2015 il regista B. Verta attraverso training corporei e cura le coreografie per progetti teatrali nei licei classici e nei borghi Calabresi. Nel 2018 coordina un tutoraggio per l’attività di attraversamento della compagnia OPERA BIANCO e di cui prende parte nel 2020 al laboratorio PLAYGROUND nel contesto di Trasmissioni – Teatri di Vetro diretto da Roberta Nicolai.
Nell’ambito della videodanza crea e interpreta il progetto μετά pubblicato da OPERA DOMUS 7IDee+ di Carlo Marchetti e Artisti in Transito, vincitore del premio Interfaccia Digitale – HanghartFest 2020 diretto da Antonio Cioffi. In seguito danza I μετά, studio performativo dal progetto virtuale, con musica dal vivo di Ludovica Centracchio in occasione dell’opening Opera Domus d’Autunno – mostra d’arte contemporanea presso le Scuderie Aldobrandini di Frascati.
Collabora con l’artista V. Ceccato realizzando il progetto multimediale IL TEMPO ORIGINARIO, produzione RO.MI Arte contemporanea Roma, inserito nel programma di Rome Art Week 2020.
Collabora con ParoleCheDanzano – Ensemble di danzAutori, ideando con S. Fuciarelli il soggetto per Omaggio al Macro Asilo, progetto di videodanza 2019.
Crea e danza per il progetto di videodanza Grafene di Walter Paradiso con musica di M. Basili e per il cortometraggio Danzate l’Arancia realizzato e prodotto da MEDIAPLEX ITALIA SRLU omaggio all’artista S. Fuciarelli, regia di F. Piscitelli.
In collaborazione con V. Zaccardi, realizza TRANSLATE moving process against current, un corto di danza contemporanea candidato al Festival Internazionale Nicosia Moving Images 2015 di cui la coreografia presentata al Festival 99Arts 2016 e finalista alla Biennale Marte Live 2017.
Nell’ambito della danza da vivo crea e danza DannataMente, progetto coreografico vincitore del Mò Festival 2015 presso il Teatro dell’Acquario di Cosenza. Il mito dell’IN studio performativo nell’ambito del progetto “Dormire, morire, forse sognare…” di R. Filippi presentato presso il Macro Asilo di Roma e successivamente per INDACO FEST 2019| Contemporaneamente Roma.
Performa con la cantautrice Ilenia Volpe La canzone di Marinella per l’evento “CARO FABER – Roma canta De Andrè a Villa Ada”.
L’attitudine per la ricerca coreografica site-specific entro spazi non convenzionali abbraccia la musica dal vivo; ne sono un esempio i lavori con i musicisti M. e G. Coen, E. Bruno, L. Centracchio in collaborazione l’associazione nazionale Italia Nostra presentando Nel mito, e oltre e La nascita di Afrodite. Quest’ultimo lavoro è ripreso in un omaggio a Loïe Fuller presentato per CorpoMobile| Piattaforma coreografica II edizione.
Attualmente impegnata nella realizzazione del nuovo video a seguito del premio Interfaccia Digitale nell’ambito di Hangartfest 2021.